La danza della relazione:
ritmo, contatto, distanza, vicinanza

Nella relazione come in una danza scopriamo i nostri modi di sentire, di entrare in contatto con l’altra/o e con noi stessi.

Questo comporta il fare attenzione al tempo dell’altra/o e al proprio, l’essere curiosi di scoprire il suo modo di danzare e il proprio, in un gioco di rispecchiamenti che progressivamente evolve.

E’ una danza tutta da inventare, passo dopo passo, forma dopo forma, che si costruisce insieme in una dinamica di appoggi e di equilibri che reciprocamente si trovano e si perdono. Tutto ciò avviene secondo un ritmo che continuamente cambia.
In questo movimento si scoprono via via le regole della vicinanza e della distanza, del contatto e del distacco, della conquista e della perdita, della parola e del silenzio, tra desiderio e bisogno che sfumano continuamente l’uno nell’altro.

Il campo è rivolto a lesbiche e gay che vogliono interrogarsi e confrontarsi sulle proprie relazioni di coppia, affettive, familiari, amicali, sociali….

Cosa faremo per quattro giorni?

Il campo è un percorso esperienziale i cui protagonisti saranno innanzitutto la condivisione e il confronto dei nostri vissuti e delle nostre storie, in un contesto accogliente, facilitato e protetto.

E’ un’occasione unica e differente per sperimentare se stessi e se stesse e mettersi in relazione con la propria identità; per incontrare e conoscere persone lesbiche e gay, in un modo più autentico e spontaneo del solito, per esprimere e verificare le proprie opinioni.

Le attività:

La proposta consiste in un percorso di gruppo e individuale di tipo sostanzialmente esperienziale e relazionale. Verranno forniti stimoli, create situazioni, proposte attività e incontri di condivisione, in plenaria o in piccoli gruppi, mutuando liberamente dalle tecniche più varie dell’animazione, dello yoga, della scrittura, della Gestalt, del teatro, dell’espressione corporea e così via.

Le attività avranno un filo conduttore che permetterà di cogliere aspetti diversi e complementari del tema proposto.

Ovviamente non mancheranno giochi di gruppo, momenti ludici, aperitivi creativi, la musica, le serate e la grande festa finale!