LA STORIA SIAMO NOI
(nessuno si senta escluso)

LESBICHE E GAY PROTAGONISTI DEL PRESENTE

iniziativa rivolta a donne e uomini omosessuali
XIV EDIZIONE
 24 – 28 aprile 2019
Albano Laziale (Roma)

Ciascuno di noi ha una storia da raccontare; una storia fatta di coraggio e di paura, di successi e di fallimenti, di opportunità colte e di occasioni mancate, di solitudini e di incontri, di scelte, di sogni…

Contribuiamo tutti – in particolare come gay e come lesbiche – alla costruzione di un racconto collettivo che continua, alimentato dalle storie di ciascuno che inevitabilmente si intrecciano, ci arricchiscono e ci trasformano.

Rileggere le nostre storie ci dà la possibilità di riconoscere il nostro percorso individuale e di capire meglio chi siamo.

Condividerle consente di conoscerci reciprocamente e di sentirci parte di una storia comune.

Durante il campo proveremo quindi a narrarci e ad ascoltarci, individualmente e collettivamente, con le varie modalità dello storytelling e dell’ascolto attivo, utilizzando differenti tecniche ed esperienze di tipo cognitivo, emotivo e sensoriale.  Ciò avverrà in un contesto facilitato e protetto, con la partecipazione attiva di tutti, nel rispetto dei limiti e delle disponibilità di ciascuno/a.

Il percorso esperienziale e relazionale del campo si articolerà in moduli di mezza giornata ciascuno, in cui verranno proposti attività e incontri di condivisione, in plenaria o in piccoli gruppi, con un filo conduttore che permetterà di cogliere aspetti diversi complementari del tema proposto.

L’evento si ripete ogni anno dal 2005 e prende le mosse dall’iniziativa di alcuni omosessuali del centro-sud che hanno partecipato ai seminari per gay e lesbiche che ogni anno, dal 1980, vengono proposti dal Centro Ecumenico di Agape in Piemonte, riprendendone in linea di massima il modello e la filosofia. L’esperienza di Albano si prefigge e cerca sia di assumere un’identità propria sia di costruire una tradizione e un ulteriore riferimento culturale e comunitario per gay e lesbiche; si rivolge soprattutto a lesbiche e gay provenienti dal Centro-Sud dove sono forse più rare le occasioni di condivisione, di integrazione e di opportunità e elaborazione collettiva delle tematiche GLBT.

La staff che curerà  le attività dell’incontro è costituita da persone che hanno esperienza sia di attività professionali nell’ambito della relazione di aiuto, sia di impegno in contesti formativi e di animazione analoghi. In particolare ne fanno parte una psicoterapeuta, uno psicologo, un counselor e altri volontari con diversi percorsi formativi, tutti con la disponibilità ad offrire, a titolo gratuito, le proprie competenze professionali ed umane per un progetto che ritengono importante e fecondo.

Arrivi-Partenze

IL CAMPO INIZIA CON LA CENA DI MERCOLEDÌ 24 APRILE E SI CONCLUDE CON IL PRANZO (FACOLTATIVO) DI DOMENICA 28 APRILE.

L’arrivo dei partecipanti  è previsto a partire dalle ore 17,00 di mercoledì 24 Aprile 2019.
La partenza è prevista per le ore 13,00 di domenica 28 Aprile 2019, con la possibilità di restare per il pranzo (prenotandolo in loco).
Sarà richiesta una presenza attiva durante tutto il percorso, con la raccomandazione di evitare gli arrivi tardivi, le assenze o le partenze anticipate, tutte cose che inevitabilmente interferirebbero con la dinamica del gruppo, che normalmente è piuttosto numeroso.